Caseificio Alta Valsesia

Una stagionatura di qualità con le griglie in plastica IFT

Il Caseificio Alta Valsesia è una società cooperativa a responsabilità limitata, fondata nel 1956 da alcuni allevatori di Piode (VC) per organizzare la raccolta del latte prodotto nella zona e la sua trasformazione in formaggi tra cui, in particolare, la rinomata “Toma della Valsesia”, prodotto P.A.T. tipico della zona.

Il primo stabilimento, entrato in funzione nel 1958, aveva una capacità giornaliera di lavorazione di 10-13 quintali di latte; negli anni Ottanta gli impianti vennero ampliati per arrivare a una media di 80 quintali di latte. Ora il nuovo stabilimento, progettato e realizzato secondo criteri moderni e funzionali, consente di organizzare razionalmente la lavorazione della materia prima “latte” portata da 35 conferenti. La produzione vede formaggi, burro e ricotta lavorati sempre in condizioni ottimali di igiene e salubrità, che garantiscono ai consumatori prodotti artigianali di qualità superiore. Per mantenere elevati questi standard, il Caseificio si è rivolto a IFT.

Quali prodotti ha scelto il Caseificio?

IFT è da anni specializzata nella produzione e nella vendita di articoli per il settore caseario che consentono processi di lavorazione (come la stagionatura) sicuri e igienici. Il Caseificio Alta Valsesia aveva necessità di supporti igienici e certificati per la stagionatura della proprie tome di latte vaccino e caprino. Per questo motivo ha scelto di acquistare le griglie in polipropilene per formaggi di IFT. Secondo il Responsabile di Produzione, Marco Cottini, la scelta delle griglie ha portato diversi vantaggi lavorativi, come:

  • l’impilaggio;
  • la comodità del lavaggio automatico del prodotto in macchine automatizzate;
  • la resistenza ad alte temperature.

La scelta delle tavole forate

Oltre alle griglie, di recente il Caseificio ha scelto di provare anche una soluzione più classica, come i rack in plastica IFT 120x80, ovvero le tavole forate TAFO, sempre per la stagionatura in cella del formaggio. Anche per questo articolo la scelta è stata molto soddisfacente per il Caseificio, sia dal punto di vista igienico che dal punto di vista della lavorazione stessa: ora le tome respirano di più e la formazione di muffe è minore.